Spesso le relazioni sanitarie, o più in generale i report epidemiologico-statistici, sono lunghi elenchi di tabelle, grafici e numeri, nei quali è capitato a molti, anche tra i tecnici, di perdersi o di abbandonare la lettura dopo pochi minuti. Nella maggioranza dei casi, in assoluta buona fede, chi svolge le analisi è convinto, in parte a ragione, che più sono le informazioni fornite, più il report potrà risultare utile. Altre volte, invece, può essere "comodo" che una relazione non sia letta approfonditamente, perché i dati sono scomodi o perché magari poco è successo nel periodo di tempo considerato, e in questo caso l'interesse per la relazione potrebbe essere minimo: tutti quei dati servono a "mascherare" che poco o nulla è cambiato. Non è questo il caso dell'Abruzzo negli ultimi 5-6 anni. I cambiamenti sono stati tanti, e di tale portata, da descrivere un quadro del tutto eccezionale per un paese occidentale. Tutti questi cambiamenti si leggono nei dati, la cui interpretazione è nella maggior parte dei casi talmente chiara da non richiedere indicatori molto dettagliati. Come raramente avviene, nella grande maggioranza dei contesti sono sufficienti gli indicatori di base. Questi sono alcuni dei motivi per cui si è deciso di limitare il presente Report ad una sintesi dei principali indicatori raccolti di routine sullo stato di salute della popolazione e sull’offerta di assistenza sanitaria nella Regione Abruzzo. L'altro motivo per cui sono stati (quasi sempre) evitati i dati che derivano da indagini specifiche, per quanto molto utili, è che questi non sono facilmente replicabili e non sono pertanto confrontabili né con dati pregressi né futuri, mentre il confronto spazio-temporale (tra le diverse ASL/province, e nel corso degli anni) rappresenta sicuramente uno dei punti di maggior interesse...

Stato di salute e assistenza sanitaria in Abruzzo. Report 2010

MANZOLI, Lamberto;
2011

Abstract

Spesso le relazioni sanitarie, o più in generale i report epidemiologico-statistici, sono lunghi elenchi di tabelle, grafici e numeri, nei quali è capitato a molti, anche tra i tecnici, di perdersi o di abbandonare la lettura dopo pochi minuti. Nella maggioranza dei casi, in assoluta buona fede, chi svolge le analisi è convinto, in parte a ragione, che più sono le informazioni fornite, più il report potrà risultare utile. Altre volte, invece, può essere "comodo" che una relazione non sia letta approfonditamente, perché i dati sono scomodi o perché magari poco è successo nel periodo di tempo considerato, e in questo caso l'interesse per la relazione potrebbe essere minimo: tutti quei dati servono a "mascherare" che poco o nulla è cambiato. Non è questo il caso dell'Abruzzo negli ultimi 5-6 anni. I cambiamenti sono stati tanti, e di tale portata, da descrivere un quadro del tutto eccezionale per un paese occidentale. Tutti questi cambiamenti si leggono nei dati, la cui interpretazione è nella maggior parte dei casi talmente chiara da non richiedere indicatori molto dettagliati. Come raramente avviene, nella grande maggioranza dei contesti sono sufficienti gli indicatori di base. Questi sono alcuni dei motivi per cui si è deciso di limitare il presente Report ad una sintesi dei principali indicatori raccolti di routine sullo stato di salute della popolazione e sull’offerta di assistenza sanitaria nella Regione Abruzzo. L'altro motivo per cui sono stati (quasi sempre) evitati i dati che derivano da indagini specifiche, per quanto molto utili, è che questi non sono facilmente replicabili e non sono pertanto confrontabili né con dati pregressi né futuri, mentre il confronto spazio-temporale (tra le diverse ASL/province, e nel corso degli anni) rappresenta sicuramente uno dei punti di maggior interesse...
Valutazione dei servizi sanitari, management sanitario
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2361213
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact