Con la sentenza del secondo senato del 21 settembre 2016, 2 BvL 1/15 il Tribunale costituzionale tedesco dichiara l'illegittimità costituzionale del reato previsto dal paragrafo 10 commi primo e terzo della legge tedesca sull'etichettatura della carne bovina e dei suoi derivati nella versione del 17 novembre 2000 per contrasto con l'articolo 103 comma secondo, in combinato con l'articolo 104 comma primo frase prima, e con l'articolo 80 comma primo frase seconda Grundgesetz.

Dal Bundesverfassungsgericht un altolà al legislatore tedesco sulle tecniche legislative adoperate per corredare di sanzione penale precetti fissati dal diritto derivato dell'Unione europea

RECCHIA, Nicola
2016

Abstract

Con la sentenza del secondo senato del 21 settembre 2016, 2 BvL 1/15 il Tribunale costituzionale tedesco dichiara l'illegittimità costituzionale del reato previsto dal paragrafo 10 commi primo e terzo della legge tedesca sull'etichettatura della carne bovina e dei suoi derivati nella versione del 17 novembre 2000 per contrasto con l'articolo 103 comma secondo, in combinato con l'articolo 104 comma primo frase prima, e con l'articolo 80 comma primo frase seconda Grundgesetz.
Bundesverfassungsgericht, Rinvio mobile, Fattispecie penali in bianco, Principio di legalità, Riserva di legge
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/2358225
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact