Insidiosa recidiva di encefalite erpetica: il ruolo dell’EEG