"An essay upon the sublime" di John Baillie fu pubblicato postumo a Londra per i tipi di Robert Dodsley nel 1747, ed è fra i primi trattati inglesi ad affrontare monograficamente il tema del sublime. Diviso in sei sezioni, di cui le prime due di teoria generale applicata poi, nelle restanti quattro, ai campi morale, artistico, scientifico, matematico, il Saggio di Baillie riveste notevole interesse per il tentativo di definizione teoretica del sublime e l’intuizione del carattere sentimentale-emotivo che presiede alla sua percezione e valutazione.

Saggio sul sublime

GATTI, Andrea
2015

Abstract

"An essay upon the sublime" di John Baillie fu pubblicato postumo a Londra per i tipi di Robert Dodsley nel 1747, ed è fra i primi trattati inglesi ad affrontare monograficamente il tema del sublime. Diviso in sei sezioni, di cui le prime due di teoria generale applicata poi, nelle restanti quattro, ai campi morale, artistico, scientifico, matematico, il Saggio di Baillie riveste notevole interesse per il tentativo di definizione teoretica del sublime e l’intuizione del carattere sentimentale-emotivo che presiede alla sua percezione e valutazione.
2015
Estetica, Filosofia, Sublime
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
404-783-2-PB (2).pdf

accesso aperto

Descrizione: versione editoriale
Tipologia: Full text (versione editoriale)
Licenza: Creative commons
Dimensione 413.04 kB
Formato Adobe PDF
413.04 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2339134
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact