Il nuovo art. 444, comma 1-ter, c.p.p., introdotto con legge 27 maggio 2015, n. 69, impone la restituzione del prezzo o del profitto del reato all’imputato che intenda accedere al patteggiamento per i delitti ex artt. 314, 317, 318, 319, 319-ter, 319-quater e 322-bis c.p. Si tratta di uno strumento a tutela della pubblica amministrazione; il lavoro punta a comprendere che cosa debba intendersi per “prezzo”, “profitto” e “restituzione” nei reati corruttivi, e a valutare la critica da alcuni mossa di incostituzionalità della norma, che non estende tale meccanismo restitutorio ai delitti contro il privato patrimonio.

Il patteggiamento nei giudizi per reati corruttivi

TRAPELLA, Francesco
2016

Abstract

Il nuovo art. 444, comma 1-ter, c.p.p., introdotto con legge 27 maggio 2015, n. 69, impone la restituzione del prezzo o del profitto del reato all’imputato che intenda accedere al patteggiamento per i delitti ex artt. 314, 317, 318, 319, 319-ter, 319-quater e 322-bis c.p. Si tratta di uno strumento a tutela della pubblica amministrazione; il lavoro punta a comprendere che cosa debba intendersi per “prezzo”, “profitto” e “restituzione” nei reati corruttivi, e a valutare la critica da alcuni mossa di incostituzionalità della norma, che non estende tale meccanismo restitutorio ai delitti contro il privato patrimonio.
2016
Trapella, Francesco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2338485
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact