SOMMARIO: 1. Il divieto di refoulement ai sensi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. - 2. L’irrilevanza delle ragioni dell’allontanamento. - 3. Le assicurazioni diplomatiche. - 4. La mancataottemperanza ad una decisione cautelare della Corte. - 5. La “struttura” del giudizio progno-stico che lo Stato è chiamato ad effettuare. - 6. Obblighi procedurali connessi al divieto di refoulement.

L'apprezzamento del rischio di tortura in Stati esteri secondo la Corte europea dei diritti dell'uomo

ANNONI, Alessandra
2012

Abstract

SOMMARIO: 1. Il divieto di refoulement ai sensi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. - 2. L’irrilevanza delle ragioni dell’allontanamento. - 3. Le assicurazioni diplomatiche. - 4. La mancataottemperanza ad una decisione cautelare della Corte. - 5. La “struttura” del giudizio progno-stico che lo Stato è chiamato ad effettuare. - 6. Obblighi procedurali connessi al divieto di refoulement.
978-88-13-32857-3
refoulement; respingimento; tortura
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2329100
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact