Analisi critica della strategia argomentativa e della formula dispositiva della sentenza n. 10/2015, con la quale la Corte costituzionale dispone gli effetti temporali della propria declaratoria d'illegittimità solo nel futuro. Rilevata la natura inedita della pronuncia rispetto ai precedenti citati dalla Corte (invero non assimilabili al caso in esame), il commento marca la rimozione dell'art. 1, legge costituzionale n. 1 del 1948, mai citato in sentenza, segnalandone le problematiche conseguenze ordinamenti.

La rimozione della pregiudizialità costituzionale nella sentenza costituzionale n. 10/2015

PUGIOTTO, Andrea
2015

Abstract

Analisi critica della strategia argomentativa e della formula dispositiva della sentenza n. 10/2015, con la quale la Corte costituzionale dispone gli effetti temporali della propria declaratoria d'illegittimità solo nel futuro. Rilevata la natura inedita della pronuncia rispetto ai precedenti citati dalla Corte (invero non assimilabili al caso in esame), il commento marca la rimozione dell'art. 1, legge costituzionale n. 1 del 1948, mai citato in sentenza, segnalandone le problematiche conseguenze ordinamenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2328830
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact