Nella scuola dell’infanzia come in quella elementare, l’educazione sensoriale ha un ruolo di primo piano solo per i diversamente abili, al fine di favorire i loro massimi livelli di autonomia. Per i cosiddetti “normodotati” conta solo l’educazione intellettuale, per il perdurare di una visione idealistica poco attenta alle reali potenzialità di apprendimento, nonostante gli sforzi immani di tanta pedagogia democratica e ben intenzionata. D’altra parte, solo la qualità, quando viene salvaguardata, può offrire specificità interpretativa dei fattori sensoriali, nel loro fornire materiali indispensabili alle emozioni e ai sentimenti. La narrazione di sé può avere una funzione di condivisione e di confronto, soprattutto quando si traduce in un lavoro che è, ad un tempo, individuale e collettivo. Gli studenti spagnoli hanno capito che la ricostruzione olfattiva dell’esperienza scolastica non era solo un modo per imparare a storicizzare la propria vita, ma anche un mosaico che finiva per tracciare un preciso disegno del rapporto con il mondo scolastico nelle diverse fasi che connotano un’esperienza comune.

Il Profumo. Tracce educative nella memoria e nella cultura della scuola

GRAMIGNA, Anita
2014

Abstract

Nella scuola dell’infanzia come in quella elementare, l’educazione sensoriale ha un ruolo di primo piano solo per i diversamente abili, al fine di favorire i loro massimi livelli di autonomia. Per i cosiddetti “normodotati” conta solo l’educazione intellettuale, per il perdurare di una visione idealistica poco attenta alle reali potenzialità di apprendimento, nonostante gli sforzi immani di tanta pedagogia democratica e ben intenzionata. D’altra parte, solo la qualità, quando viene salvaguardata, può offrire specificità interpretativa dei fattori sensoriali, nel loro fornire materiali indispensabili alle emozioni e ai sentimenti. La narrazione di sé può avere una funzione di condivisione e di confronto, soprattutto quando si traduce in un lavoro che è, ad un tempo, individuale e collettivo. Gli studenti spagnoli hanno capito che la ricostruzione olfattiva dell’esperienza scolastica non era solo un modo per imparare a storicizzare la propria vita, ma anche un mosaico che finiva per tracciare un preciso disegno del rapporto con il mondo scolastico nelle diverse fasi che connotano un’esperienza comune.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2295218
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact