Ricerca finanziata con Fondo di Ateneo per la Ricerca scientifica (FAR) – Anno 2013 (attribuito nel 2014). Architettura e design degli edifici in legno in area mediterranea: sostenibilità, sicurezza, durabilità. Nonostante la crisi paralizzante che sta attraversando il settore immobiliare, il comparto delle costruzioni in legno è in leggera crescita: passa infatti in Italia dallo 0,5% del 2008 al 6% dello scorso anno. I drammatici avvenimenti legati al sisma aquilano e poi a quello emiliano hanno spinto e “convinto” all’uso del legno nelle aree di riferimento, ma ancora più hanno indotto un effetto di fiducia su tutto il territorio nazionale, unito alla richiesta crescente di organismi edilizi sani ed efficienti. Tuttavia restano una serie di dubbi legittimi all’interno di una cultura abitativa e di un modello di processo edilizio abituati ad operare ed ad avere dimestichezza quasi esclusivamente con la solida massività del “mattone”. La domanda che ci deve porre con lucida criticità è: una architettura di legno costruita in clima mediterraneo è davvero sicura (sisma e fuoco), sana, economica/efficiente e “per sempre” (durabilità)? Se molte delle risposte sono già note nei paesi nordici, dove la tradizione costruttiva in legno è fortemente sedimentata, tante sono le incertezze che rimangono in un clima con caratteristiche termo igrometriche come quello italiano: in primis appunto sulla durabilità e sulla competitività economica in rapporto, non solo al costo di costruzione, ma anche alla riduzione dei consumi, come pure alle richieste manutentive. Affrontare, per i sistemi costruttivi in legno, aspetti come la qualità tipologico spaziale, tecnologico-costruttiva, energetico-ambientale, materica e del design dei componenti, dei livelli di prefabbricazione di interi sottosistemi richiede un approccio fortemente multidisciplinare che le aree coinvolte nel gruppo di ricerca (S.S.D. Icar/14, Icar/12 e Icar/13) ben apportano, rispettivamente nella declinazione tipologico-spaziale, tecnologico-ambientale e del design di prodotto.

architettura e design degli edifici in legno in area mediterranea: sostenibilità_sicurezza_durabilità

DAVOLI, Pietromaria
2014

Abstract

Ricerca finanziata con Fondo di Ateneo per la Ricerca scientifica (FAR) – Anno 2013 (attribuito nel 2014). Architettura e design degli edifici in legno in area mediterranea: sostenibilità, sicurezza, durabilità. Nonostante la crisi paralizzante che sta attraversando il settore immobiliare, il comparto delle costruzioni in legno è in leggera crescita: passa infatti in Italia dallo 0,5% del 2008 al 6% dello scorso anno. I drammatici avvenimenti legati al sisma aquilano e poi a quello emiliano hanno spinto e “convinto” all’uso del legno nelle aree di riferimento, ma ancora più hanno indotto un effetto di fiducia su tutto il territorio nazionale, unito alla richiesta crescente di organismi edilizi sani ed efficienti. Tuttavia restano una serie di dubbi legittimi all’interno di una cultura abitativa e di un modello di processo edilizio abituati ad operare ed ad avere dimestichezza quasi esclusivamente con la solida massività del “mattone”. La domanda che ci deve porre con lucida criticità è: una architettura di legno costruita in clima mediterraneo è davvero sicura (sisma e fuoco), sana, economica/efficiente e “per sempre” (durabilità)? Se molte delle risposte sono già note nei paesi nordici, dove la tradizione costruttiva in legno è fortemente sedimentata, tante sono le incertezze che rimangono in un clima con caratteristiche termo igrometriche come quello italiano: in primis appunto sulla durabilità e sulla competitività economica in rapporto, non solo al costo di costruzione, ma anche alla riduzione dei consumi, come pure alle richieste manutentive. Affrontare, per i sistemi costruttivi in legno, aspetti come la qualità tipologico spaziale, tecnologico-costruttiva, energetico-ambientale, materica e del design dei componenti, dei livelli di prefabbricazione di interi sottosistemi richiede un approccio fortemente multidisciplinare che le aree coinvolte nel gruppo di ricerca (S.S.D. Icar/14, Icar/12 e Icar/13) ben apportano, rispettivamente nella declinazione tipologico-spaziale, tecnologico-ambientale e del design di prodotto.
2014
Davoli, Pietromaria
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/2289637
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact