Se e in quali termini sia ammissibile - secondo l'orientamento della S.C. - il riconoscimento del diritto al risarcimento del c.d. danno tanatologico nei confronti della vittima di una lesione mortale.

Cass. civ., sez. III, 23 gennaio 2014, n. 1361, Danno non patrimoniale e risarcibilità del c.d. danno tanatologico

PEPE, Alessandro
2014

Abstract

Se e in quali termini sia ammissibile - secondo l'orientamento della S.C. - il riconoscimento del diritto al risarcimento del c.d. danno tanatologico nei confronti della vittima di una lesione mortale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1985415
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact