Lo studio mira a definire un approccio metodologico applicabile all’analisi di un tessuto storico di base, e ha come fine quello di individuare il limite fisiologico di trasformazione dell’organismo edilizio, stabilendo l’evoluzione subìta dall’edificio e come questa abbia modificato il tipo edilizio a cui esso appartiene. Tale ricerca si sviluppa a partire dall’analisi di un caso reale e in particolare l’area identificabile come l’ex-isola di S. Antonio in Polesine, all’interno della città di Ferrara. L’approfondimento è incentrato su alcuni isolati di via XX Settembre. Per ogni edificio sono stati raccolti dati specifici che permettono di individuarne le fasi evolutive. Le indagini svolte sono di tipo geometrico e di tipo storico; ciò è supportato da una lettura approfondita dell’edificio stesso, comprendendo le tracce, l’impianto distributivo, il sistema strutturale e gli elementi stilistici. Questo studio, affrontato su un campione di circa 300 unità abitative, permette di determinare gli aspetti comuni a più casi, che possono spiegare il processo di formazione dell’edificato lungo la strada e che permettono di risalire ai tipi edilizi. Tali tipi sono individuabili a monte delle trasformazioni subìte nel tempo dai fabbricati. L’ultima fase della ricerca si pone l’obiettivo di proporre delle linee di intervento per lo sviluppo coerente degli edifici presenti nel tessuto storico della città, garantendo il rispetto dell’autenticità del testo su cui si interviene. L’approccio metodologico individuato è esportabile in altri contesti simili al centro storico di Ferrara e può essere di ausilio per l’individuazione di interventi idonei da operare sul costruito storico.

L’addizione di Borso: analisi dell'edilizia storica sull'asse quattrocentesco di via Ghiara

NARDELLI, Chiara
2013

Abstract

Lo studio mira a definire un approccio metodologico applicabile all’analisi di un tessuto storico di base, e ha come fine quello di individuare il limite fisiologico di trasformazione dell’organismo edilizio, stabilendo l’evoluzione subìta dall’edificio e come questa abbia modificato il tipo edilizio a cui esso appartiene. Tale ricerca si sviluppa a partire dall’analisi di un caso reale e in particolare l’area identificabile come l’ex-isola di S. Antonio in Polesine, all’interno della città di Ferrara. L’approfondimento è incentrato su alcuni isolati di via XX Settembre. Per ogni edificio sono stati raccolti dati specifici che permettono di individuarne le fasi evolutive. Le indagini svolte sono di tipo geometrico e di tipo storico; ciò è supportato da una lettura approfondita dell’edificio stesso, comprendendo le tracce, l’impianto distributivo, il sistema strutturale e gli elementi stilistici. Questo studio, affrontato su un campione di circa 300 unità abitative, permette di determinare gli aspetti comuni a più casi, che possono spiegare il processo di formazione dell’edificato lungo la strada e che permettono di risalire ai tipi edilizi. Tali tipi sono individuabili a monte delle trasformazioni subìte nel tempo dai fabbricati. L’ultima fase della ricerca si pone l’obiettivo di proporre delle linee di intervento per lo sviluppo coerente degli edifici presenti nel tessuto storico della città, garantendo il rispetto dell’autenticità del testo su cui si interviene. L’approccio metodologico individuato è esportabile in altri contesti simili al centro storico di Ferrara e può essere di ausilio per l’individuazione di interventi idonei da operare sul costruito storico.
9788890915888
Ferrara; tipo edilizio; centri storici; limite fisiologico di trasformazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1871744
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact