Durante lavori di rifacimento di Piazza XX settembre a Castel San Pietro Terme (Bologna) sono stati portati alla luce dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, tra il 1997 e il 1998, i resti di un antico abitato di età bassomedievale, cronologicamente collocabile fra la metà del 1200 e la metà del 1300. Nell'ambito degli studi interdisciplinari previsti sono state programmate analisi palinologiche per la ricostruzione del paesaggio vegetale e dell'ambiente circostante l'abitato. La storia pollinica delinea un paesaggio circostante l'abitato piuttosto aperto e costantemente frequentato. L'azione dell'uomo è particolarmente rilevante durante tutto l'arco cronologico preso in esame ed è caratterizzato da un'intensa attività agricola, testimoniata da campi di diversi cereali, coltivazioni di vite e da orti. diffusa è la presenza di prati o di aree destinate al pascolo del bestiame. Le aree forestate rimangono in sottordine e sono presenti sullo sfondo del paesaggio.

Indagini archeopalinologiche in Piazza XX Settembre a Castel San Pietro Terme.

MARCHESINI, Marco;MARVELLI, SILVIA
2001

Abstract

Durante lavori di rifacimento di Piazza XX settembre a Castel San Pietro Terme (Bologna) sono stati portati alla luce dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, tra il 1997 e il 1998, i resti di un antico abitato di età bassomedievale, cronologicamente collocabile fra la metà del 1200 e la metà del 1300. Nell'ambito degli studi interdisciplinari previsti sono state programmate analisi palinologiche per la ricostruzione del paesaggio vegetale e dell'ambiente circostante l'abitato. La storia pollinica delinea un paesaggio circostante l'abitato piuttosto aperto e costantemente frequentato. L'azione dell'uomo è particolarmente rilevante durante tutto l'arco cronologico preso in esame ed è caratterizzato da un'intensa attività agricola, testimoniata da campi di diversi cereali, coltivazioni di vite e da orti. diffusa è la presenza di prati o di aree destinate al pascolo del bestiame. Le aree forestate rimangono in sottordine e sono presenti sullo sfondo del paesaggio.
2001
archeopalinologia; archeologia; Castel San Pietro Terme; Basso Medioevo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1738696
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact