Il libro di Mazzarello costituisce una lettura molto piacevole, al tempo stesso istruttiva e affascinante, che getta nuova luce su luoghi e popoli ancor oggi poco familiari, sulla passione per la natura che anima i grandi scienziati, quale fu certamente Lazzaro Spallanzani, e sulle dinamiche all'opera nel mondo della cultura d'età moderna

Recensione di Paolo Mazzarello, Costantinopoli 1786: la congiura e la beffa. L’intrigo Spallanzani, Torino, Bollati Boringhieri, 2004

BRESADOLA, Marco
2005

Abstract

Il libro di Mazzarello costituisce una lettura molto piacevole, al tempo stesso istruttiva e affascinante, che getta nuova luce su luoghi e popoli ancor oggi poco familiari, sulla passione per la natura che anima i grandi scienziati, quale fu certamente Lazzaro Spallanzani, e sulle dinamiche all'opera nel mondo della cultura d'età moderna
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1720096
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact