La riduzione del fabbisogno energetico per riscaldamento di edifici esistenti può essere conseguita, tra le altre cose, attraverso la realizzazione di serre solari ottenute per conversione di balconate. Alle latitudini italiane, l’utilizzo delle serre solari non è mai stato particolarmente diffuso, probabilmente a causa della mancanza di esperienze architettoniche specifiche e della scarsa diffusione di sistemi di controllo ambientale ed energetico, atti a massimizzare i benefici invernali e minimizzare le penalizzazioni estive dei sistemi passivi di captazione degli apporti solari. Tuttavia, con l’attuazione delle norme tecniche di supporto alla direttiva EPBD (Energy Performance Building Directive), le procedure di calcolo della resa energetica e quindi, indirettamente, le caratteristiche progettuali delle serre solari sono state stabilite anche con elevato livello di dettaglio e permettono, attraverso varie metodologie, di calcolare il beneficio energetico atteso. Negli edifici esistenti e anche in quelli di nuova costruzione è in generale difficile, architettonicamente e costruttivamente, la correzione dei ponti termici dati dai solai passanti di balconi e logge, che possono essere quindi causa di importanti dispersioni termiche. Ecco che un possibile approccio sia al contenimento delle dispersioni termiche invernali, sia alla efficace captazione degli apporti solari, può essere dato dalla realizzazione di serre solari che vadano a chiudere perimetralmente i balconi o le logge, eventualmente associate a sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) per sfruttare l’energia termica captata ai fini del preriscaldo dell’aria di ventilazione. Il presente studio mira ad analizzare il comportamento termico ed il beneficio energetico di serre solari realizzate tramite la chiusura di balconi a solaio passante delle tipologie più comuni nell’edilizia italiana, con particolare attenzione alla riqualificazione energetica di edifici esistenti. L’analisi è condotta simulando matematicamente il comportamento termico delle serre solari tramite le procedure specificate nelle norme tecniche attualmente disponibili, tenendo in considerazione parametri quali le condizioni climatiche locali, l’esposizione, le peculiarità architettoniche del fabbricato, le proprietà degli elementi trasparenti e quelle delle superfici opache irradiate.

THERMAL BEHAVIOR OF SUNSPACES OBTAINED BY CONVERSION OF EXISTING BALCONIES

LAMBRUSCHI, ALEX;MUSCIO, Alberto
2011

Abstract

La riduzione del fabbisogno energetico per riscaldamento di edifici esistenti può essere conseguita, tra le altre cose, attraverso la realizzazione di serre solari ottenute per conversione di balconate. Alle latitudini italiane, l’utilizzo delle serre solari non è mai stato particolarmente diffuso, probabilmente a causa della mancanza di esperienze architettoniche specifiche e della scarsa diffusione di sistemi di controllo ambientale ed energetico, atti a massimizzare i benefici invernali e minimizzare le penalizzazioni estive dei sistemi passivi di captazione degli apporti solari. Tuttavia, con l’attuazione delle norme tecniche di supporto alla direttiva EPBD (Energy Performance Building Directive), le procedure di calcolo della resa energetica e quindi, indirettamente, le caratteristiche progettuali delle serre solari sono state stabilite anche con elevato livello di dettaglio e permettono, attraverso varie metodologie, di calcolare il beneficio energetico atteso. Negli edifici esistenti e anche in quelli di nuova costruzione è in generale difficile, architettonicamente e costruttivamente, la correzione dei ponti termici dati dai solai passanti di balconi e logge, che possono essere quindi causa di importanti dispersioni termiche. Ecco che un possibile approccio sia al contenimento delle dispersioni termiche invernali, sia alla efficace captazione degli apporti solari, può essere dato dalla realizzazione di serre solari che vadano a chiudere perimetralmente i balconi o le logge, eventualmente associate a sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) per sfruttare l’energia termica captata ai fini del preriscaldo dell’aria di ventilazione. Il presente studio mira ad analizzare il comportamento termico ed il beneficio energetico di serre solari realizzate tramite la chiusura di balconi a solaio passante delle tipologie più comuni nell’edilizia italiana, con particolare attenzione alla riqualificazione energetica di edifici esistenti. L’analisi è condotta simulando matematicamente il comportamento termico delle serre solari tramite le procedure specificate nelle norme tecniche attualmente disponibili, tenendo in considerazione parametri quali le condizioni climatiche locali, l’esposizione, le peculiarità architettoniche del fabbricato, le proprietà degli elementi trasparenti e quelle delle superfici opache irradiate.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1706122
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact