Recensendo un volume di Vieri Quilici, il testo sviluppa alcune riflessioni sull’esponente del razionalismo in bilico fra “ordine” ed “eresia”, sul suo approccio alla composizione architettonica e sulle modalità attraverso le quali riversa nella didattica il proprio metodo progettuale.

Adalberto Libera, l'architettura come ideale

ZAGNONI, Stefano
1982

Abstract

Recensendo un volume di Vieri Quilici, il testo sviluppa alcune riflessioni sull’esponente del razionalismo in bilico fra “ordine” ed “eresia”, sul suo approccio alla composizione architettonica e sulle modalità attraverso le quali riversa nella didattica il proprio metodo progettuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1700389
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact