Durante l’esposizione “L’invito del Maestro”, tenutasi nell’estate del 2011 presso la Casa Museo Remo Brindisi al Lido di Spina, è stata allestita dal Laboratorio di Archeometria afferente all’Area 3 del TekneHub una mostra didattica sulle diagnostiche per immagini non invasive eseguite su alcune opere della Casa Museo. Questa attività di diagnostica è stata condotta allo scopo di sviluppare un protocollo di studio per le opere del Novecento sulla base dei materiali e delle tecniche artistiche. Il curriculum diagnostico, che è ben noto per opere d’arte antica, deve ancora trovare un’aggiornata definizione per le opere dal Novecento fino a oggi, a causa del moltiplicarsi della disponibilità dei materiali artistici e del frammentarsi delle possibilità d’impiego, praticamente circoscritte al singolo artista. La definizione di una sequenza di indagini non invasive potrà avere nel prossimo futuro molteplici finalità: dallo studio, alla conservazione, all’autenticazione dell’opera, e pertanto potrà essere inserita tra i servizi offerti dal TekneHub.

Laboratorio Casa Museo Remo Brindisi

ALBERTIN, Fauzia;BOSELLI, Lara;GAMBACCINI, Mauro;PECCENINI, Eva;PELLICORI, Virginia;PETRUCCI, Ferruccio Carlo;TISATO, Flavia
2012

Abstract

Durante l’esposizione “L’invito del Maestro”, tenutasi nell’estate del 2011 presso la Casa Museo Remo Brindisi al Lido di Spina, è stata allestita dal Laboratorio di Archeometria afferente all’Area 3 del TekneHub una mostra didattica sulle diagnostiche per immagini non invasive eseguite su alcune opere della Casa Museo. Questa attività di diagnostica è stata condotta allo scopo di sviluppare un protocollo di studio per le opere del Novecento sulla base dei materiali e delle tecniche artistiche. Il curriculum diagnostico, che è ben noto per opere d’arte antica, deve ancora trovare un’aggiornata definizione per le opere dal Novecento fino a oggi, a causa del moltiplicarsi della disponibilità dei materiali artistici e del frammentarsi delle possibilità d’impiego, praticamente circoscritte al singolo artista. La definizione di una sequenza di indagini non invasive potrà avere nel prossimo futuro molteplici finalità: dallo studio, alla conservazione, all’autenticazione dell’opera, e pertanto potrà essere inserita tra i servizi offerti dal TekneHub.
Diagnostica per immagini; dipinti; arte contemporanea
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1683637
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact