Il libro Elementi di genetica ecologica di Conner e Hartl rappresenta un compendio completo ed esauriente di un campo scietifico e metodologico complesso che include ecologia, evoluzione e genetica, ponendo al centro, come fattore unificante, i metodi dell’analisi genetica. Il libro è una valida guida per insegnamenti specialistici nell’ambito della biologia e genetica di popolazioni, della biologia evolutiva e della conservazione di cui rappresenta un riuscito esempio di sintesi. Il libro rifugge, se non quando indispensabile, dalla trattazione teorica. I modelli scaturiscono dalla necessità di formalizzare l’approccio scientifico per lo studio della variazione biologica e per lo studio dell’interazione tra organismi e ambiente, e non come premessa a questo. Uno dei pregi maggiori di questo libro è la chiarezza. Gli Autori guidano all’analisi della variazione genetica di popolazioni naturali sia per marcatori genetici (genetica di popolazioni) che per caratteri quantitativi (genetica quantitativa) fornendo gli strumenti di base per condurre ricerche metodologicamente corrette. Le metodologie molecolari introdotte, e particolarmente quelle statistiche per lo studio della variazione genetica quantitativa, talvolta complesse, sono poste in maniera semplice e intuitiva senza per questo perdere di rigore. Le numerose ricerche citate nel testo guidano il lettore verso un atteggiamento scientifico corretto e critico e lo introducono in maniera efficiente alle più recenti acquisizioni e problematiche del settore della genetica ecologica. Esperti di vari settori di ricerca hanno curato la traduzione dell’opera. Gli esperti di settori scientifici non amano tradurre dall’inglese in italiano, visto che l’inglese rappresenta la lingua “di servizio” ufficiale attraverso la quale si comunica nella comunità scientifica. Lo sforzo dei traduttori è stato quello di non eccedere nell’uso dei termini in inglese, così come di non eccedere in una puntigliosa traduzione di termini che fanno ormai parte del linguaggio scientifico comune, talvolta traducibili solo con una frase complessa, e che si ritrovano costantemente nella letteratura. Talvolta la traduzione è accompagnata dal termine inglese e, spesso, i simboli sono nella forma originale. Ci auguriamo che, anche in questa forma, l’opera risulti gradevole ed efficace.

Elementi di genetica ecologica

BERTORELLE, Giorgio;
2005

Abstract

Il libro Elementi di genetica ecologica di Conner e Hartl rappresenta un compendio completo ed esauriente di un campo scietifico e metodologico complesso che include ecologia, evoluzione e genetica, ponendo al centro, come fattore unificante, i metodi dell’analisi genetica. Il libro è una valida guida per insegnamenti specialistici nell’ambito della biologia e genetica di popolazioni, della biologia evolutiva e della conservazione di cui rappresenta un riuscito esempio di sintesi. Il libro rifugge, se non quando indispensabile, dalla trattazione teorica. I modelli scaturiscono dalla necessità di formalizzare l’approccio scientifico per lo studio della variazione biologica e per lo studio dell’interazione tra organismi e ambiente, e non come premessa a questo. Uno dei pregi maggiori di questo libro è la chiarezza. Gli Autori guidano all’analisi della variazione genetica di popolazioni naturali sia per marcatori genetici (genetica di popolazioni) che per caratteri quantitativi (genetica quantitativa) fornendo gli strumenti di base per condurre ricerche metodologicamente corrette. Le metodologie molecolari introdotte, e particolarmente quelle statistiche per lo studio della variazione genetica quantitativa, talvolta complesse, sono poste in maniera semplice e intuitiva senza per questo perdere di rigore. Le numerose ricerche citate nel testo guidano il lettore verso un atteggiamento scientifico corretto e critico e lo introducono in maniera efficiente alle più recenti acquisizioni e problematiche del settore della genetica ecologica. Esperti di vari settori di ricerca hanno curato la traduzione dell’opera. Gli esperti di settori scientifici non amano tradurre dall’inglese in italiano, visto che l’inglese rappresenta la lingua “di servizio” ufficiale attraverso la quale si comunica nella comunità scientifica. Lo sforzo dei traduttori è stato quello di non eccedere nell’uso dei termini in inglese, così come di non eccedere in una puntigliosa traduzione di termini che fanno ormai parte del linguaggio scientifico comune, talvolta traducibili solo con una frase complessa, e che si ritrovano costantemente nella letteratura. Talvolta la traduzione è accompagnata dal termine inglese e, spesso, i simboli sono nella forma originale. Ci auguriamo che, anche in questa forma, l’opera risulti gradevole ed efficace.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1682933
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact