Nel volume, a cura di E. Kieven e S. Pasquali, il saggio si presenta quale introduzione alle principali tematiche e caratteri dell'architettura veneta del secondo Settecento. Sono messi in particolare evidenza i seguenti argomenti: il ruolo dell'editoria d'architettura veneta, il neo-palladianesimo (estero e locale), i progetti per riformare l'Accademia, tutte le architetture destinare a diventare modello per una architettura 'riformata' in senso anti-barocco.

Gli architetti veneti e l'invenzione della storia dell'architettura, 1750-1800

PASQUALI, Susanna
2012

Abstract

Nel volume, a cura di E. Kieven e S. Pasquali, il saggio si presenta quale introduzione alle principali tematiche e caratteri dell'architettura veneta del secondo Settecento. Sono messi in particolare evidenza i seguenti argomenti: il ruolo dell'editoria d'architettura veneta, il neo-palladianesimo (estero e locale), i progetti per riformare l'Accademia, tutte le architetture destinare a diventare modello per una architettura 'riformata' in senso anti-barocco.
2012
8831712365
teorie architettoniche; storiografia architettonica; Francesco Algarotti; Andrea Memmo; Carlo Lodoli; Alessandro Pompei; Ottone Calderari
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1682625
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact