Sullo sfondo delle trasformazioni dell'industria dell'abbigliamento e dei ruoli sociali delle donne nel 900, il saggio (inedito) di Diana Crane esamina il lavoro di alcune famose stiliste, confrontandolo con quello di stilisti della stessa epoca.Le analizza come professioniste, autodidatte artiste di avanguardia, imprenditrici in mondi produttivi e normativi sempre più competitivi.

D.Crane, Fashion design, gender and social change (Titolo italiano: L'abito fa la donna. Stiliste, stilisti e cambiamenti sociali)

TRASFORINI, Maria Antonietta
2000

Abstract

Sullo sfondo delle trasformazioni dell'industria dell'abbigliamento e dei ruoli sociali delle donne nel 900, il saggio (inedito) di Diana Crane esamina il lavoro di alcune famose stiliste, confrontandolo con quello di stilisti della stessa epoca.Le analizza come professioniste, autodidatte artiste di avanguardia, imprenditrici in mondi produttivi e normativi sempre più competitivi.
9788846418968
Moda; Gender; Arte; Artigianato
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1673680
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact