Il contributo illustra i contenuti della sentenza n. 24389/2010 della Corte di Cassazione, la quale si è pronunciata sull'ipotesi di assunzione di obbligazioni solidali riferibili ad un interesse unisoggettivo, statuendo che in tal caso il soggetto obbligato non portatore dell'interesse è legittimato al regresso per l'intero anche qualora l'esclusività dell'interesse sopravvenga rispetto al momento dell'assunzione del debito.

Nota a Cass. civ., sez.I, 1° dicembre 2010, n. 24389

OLIVIERO, Francesco
2011

Abstract

Il contributo illustra i contenuti della sentenza n. 24389/2010 della Corte di Cassazione, la quale si è pronunciata sull'ipotesi di assunzione di obbligazioni solidali riferibili ad un interesse unisoggettivo, statuendo che in tal caso il soggetto obbligato non portatore dell'interesse è legittimato al regresso per l'intero anche qualora l'esclusività dell'interesse sopravvenga rispetto al momento dell'assunzione del debito.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1656879
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact