A 13 anni dall’emanazione del DPCM 5/12/97 sui requisiti acustici passivi degli edifici, la normativa italiana sta subendo una nuova e importante evoluzione che avrà forti ripercussioni sul settore edilizio e sulla qualità acustica degli edifici costruiti nei prossimi anni. L’ente italiano di normazione ha elaborato la nuova norma UNI 11367 del luglio 2010 che introduce la classificazione acustica degli edifici con importanti novità sia per la determinazione dell’incertezza di misura e di campionamento sia per la valutazione di casi particolari. Nel contempo il Ministero dell’Ambiente sta elaborando un nuovo testo legislativo che dovrà sostituire il DPCM 5/12/97, fino ad oggi unico riferimento in materia. Durante la Convention del 13 dicembre sono stati presentati e discussi gli sviluppi sulla nuova legislazione e riportate le prime esperienze nazionali di applicazione della nuova norma sulla classificazione acustica degli edifici. Nel Simposio del 14 dicembre, in cui sono intervenuti numerosi esperti europei in acustica edilizia, sono state presentate relazioni in lingua inglese con traduzione simultanea in lingua italiana, sul tema dell’armonizzazione delle norme sulla protezione acustica degli edifici. The convention and symposium topics dealt with the evolution and harmonisation of national standards on sound insulation requirements in buildings. Most European countries have legal requirements concerning the acoustic performance of buildings, although these widely differ in chosen performance descriptors and requirement levels. The harmonisation of descriptors and performance classes is necessary to stimulate innovation, support sustainability, reduce trade barriers between Member States and facilitate marketing. The symposium was held after nearly one year of activity of COST TU0901 and was the first opportunity to present and discuss the achievements for the first year. It was also an opportunity to present the expected results of the Action from a scientific point of view, and a fundamental step for the dissemination of this important initiative.

Atti della 2° Convention Nazionale del Gruppo di Acustica Edilizia, Firenze, 13 Dicembre 2010 e Proceedings of European Symposium of EAA TC-RBA and COST Action TU0901, 14 Dicembre 2010

FAUSTI, Patrizio;
2010

Abstract

A 13 anni dall’emanazione del DPCM 5/12/97 sui requisiti acustici passivi degli edifici, la normativa italiana sta subendo una nuova e importante evoluzione che avrà forti ripercussioni sul settore edilizio e sulla qualità acustica degli edifici costruiti nei prossimi anni. L’ente italiano di normazione ha elaborato la nuova norma UNI 11367 del luglio 2010 che introduce la classificazione acustica degli edifici con importanti novità sia per la determinazione dell’incertezza di misura e di campionamento sia per la valutazione di casi particolari. Nel contempo il Ministero dell’Ambiente sta elaborando un nuovo testo legislativo che dovrà sostituire il DPCM 5/12/97, fino ad oggi unico riferimento in materia. Durante la Convention del 13 dicembre sono stati presentati e discussi gli sviluppi sulla nuova legislazione e riportate le prime esperienze nazionali di applicazione della nuova norma sulla classificazione acustica degli edifici. Nel Simposio del 14 dicembre, in cui sono intervenuti numerosi esperti europei in acustica edilizia, sono state presentate relazioni in lingua inglese con traduzione simultanea in lingua italiana, sul tema dell’armonizzazione delle norme sulla protezione acustica degli edifici. The convention and symposium topics dealt with the evolution and harmonisation of national standards on sound insulation requirements in buildings. Most European countries have legal requirements concerning the acoustic performance of buildings, although these widely differ in chosen performance descriptors and requirement levels. The harmonisation of descriptors and performance classes is necessary to stimulate innovation, support sustainability, reduce trade barriers between Member States and facilitate marketing. The symposium was held after nearly one year of activity of COST TU0901 and was the first opportunity to present and discuss the achievements for the first year. It was also an opportunity to present the expected results of the Action from a scientific point of view, and a fundamental step for the dissemination of this important initiative.
Acustica edilizia; building acoustics
9788888942322
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1540191
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact