Il progetto di edifici sostenibili in clima mediterraneo richiede, come condizione necessaria, la conoscenza delle caratteristiche tipologiche, morfologiche e tecnico-costruttive dei modelli delle architetture vernacolari tipiche di queste regioni climatiche. Infatti è proprio grazie ad essi che si riscoprono i fattori guida per una nuova produzione edilizia che garantisca benessere psico-fisico, riducendo al contempo i consumi energetici per il raffrescamento. Nell'articolo si delinea l'importanza della conoscenza dei modelli d’architettura vernacolare del mediterraneo, poichè consente di individuare le costanti morfologiche e costruttive, semplici e ripetute nelle diverse tipologie, in grado di soddisfare le primarie necessità umane, anche in relazione alle condizioni climatiche dei luoghi. Soluzioni, che offrono all’interno dell’abitazione un livello di comfort equivalente a quello che noi oggi abbiamo definito e normato come ideale per l’uomo, la cui applicazione rielaborata in funzione delle nuove tecnologie costruttive, risulta ancora oggi efficace. Così negli archetipi italiani del Dammuso e del Trullo, si rilevano quei caratteri morfologici, tipologici e tecnico-costruttivi, che seppur elementari, possono considerarsi avanzate strategie poiché hanno reso possibile la creazione di una struttura, che perfezionandosi nei secoli è stata in grado di controllare gli effetti climatici di caldo e di freddo eccessivi e di offrire un’indipendenza idrica fondamentale per vivere. La scelta d’uso di tecnologie costruttive basate sulle risorse del territorio ha permesso una larga diffusione di queste tipologie, i cui caratteri evidenziano un’identità architettonica e un’efficacia energetica ancora oggi valide.

Modelli di architettura mediterranea

RADI, Valentina
2011

Abstract

Il progetto di edifici sostenibili in clima mediterraneo richiede, come condizione necessaria, la conoscenza delle caratteristiche tipologiche, morfologiche e tecnico-costruttive dei modelli delle architetture vernacolari tipiche di queste regioni climatiche. Infatti è proprio grazie ad essi che si riscoprono i fattori guida per una nuova produzione edilizia che garantisca benessere psico-fisico, riducendo al contempo i consumi energetici per il raffrescamento. Nell'articolo si delinea l'importanza della conoscenza dei modelli d’architettura vernacolare del mediterraneo, poichè consente di individuare le costanti morfologiche e costruttive, semplici e ripetute nelle diverse tipologie, in grado di soddisfare le primarie necessità umane, anche in relazione alle condizioni climatiche dei luoghi. Soluzioni, che offrono all’interno dell’abitazione un livello di comfort equivalente a quello che noi oggi abbiamo definito e normato come ideale per l’uomo, la cui applicazione rielaborata in funzione delle nuove tecnologie costruttive, risulta ancora oggi efficace. Così negli archetipi italiani del Dammuso e del Trullo, si rilevano quei caratteri morfologici, tipologici e tecnico-costruttivi, che seppur elementari, possono considerarsi avanzate strategie poiché hanno reso possibile la creazione di una struttura, che perfezionandosi nei secoli è stata in grado di controllare gli effetti climatici di caldo e di freddo eccessivi e di offrire un’indipendenza idrica fondamentale per vivere. La scelta d’uso di tecnologie costruttive basate sulle risorse del territorio ha permesso una larga diffusione di queste tipologie, i cui caratteri evidenziano un’identità architettonica e un’efficacia energetica ancora oggi valide.
Radi, Valentina
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1528949
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact