I sistemi fotovoltaici integrati stanno trovando, ultimamente, una crescente diffusione. Relativamente a ciò, i dispositivi semitrasparenti presentano buone caratteristiche di applicazione architettonica unitamente a un soddisfacente rendimento di conversione elettrica. Interventi di energy retrofit sull’edilizia esistente, come coperture trasparenti o doppie-pelli vetrate, possono assumere funzione energetica attiva e passiva, producendo elettricità da effetto fotovoltaico e controllando i carichi termici solari. Infatti, i fenomeni transitori incidono notevolmente sul funzionamento di queste componenti. La normativa nazionale indica, come unico metodo di calcolo, la valutazione in regime stazionario. Solo di recente è stato introdotto il calcolo dell’indice di prestazione energetica estiva dell’involucro e la diagnosi in regime dinamico per edifici del settore terziario di superficie utile superiore a 10.000 m3. Tali lacune normative, in riferimento alla valutazione di interventi fortemente influenzati dai fenomeni transitori, hanno indotto all’impiego del metodo di calcolo in regime dinamico, condotto grazie all’ausilio di un software per la simulazione degli scenari di energy retrofit. Sono state condotte simulazioni su due casi studio dell’area di Ferrara. Nel primo scenario è stata analizzata una facciata vetrata fotovoltaica applicata su un edificio per uffici, nel secondo una copertura fotovoltaica semitrasparente dell’ampliamento vetrato di un edificio storico adibito a museo.

LA TRASMISSIONE DI CALORE ATTRAVERSO SISTEMI FOTOVOLTAICI SEMITRASPARENTI INTEGRATI: VALUTAZIONI PRELIMINARI IN REGIME DINAMICO SU DUE CASI STUDIO DELL’AREA FERRARESE

BELPOLITI, Vittorino;BIZZARRI, Giacomo;CALZOLARI, Marta
2010

Abstract

I sistemi fotovoltaici integrati stanno trovando, ultimamente, una crescente diffusione. Relativamente a ciò, i dispositivi semitrasparenti presentano buone caratteristiche di applicazione architettonica unitamente a un soddisfacente rendimento di conversione elettrica. Interventi di energy retrofit sull’edilizia esistente, come coperture trasparenti o doppie-pelli vetrate, possono assumere funzione energetica attiva e passiva, producendo elettricità da effetto fotovoltaico e controllando i carichi termici solari. Infatti, i fenomeni transitori incidono notevolmente sul funzionamento di queste componenti. La normativa nazionale indica, come unico metodo di calcolo, la valutazione in regime stazionario. Solo di recente è stato introdotto il calcolo dell’indice di prestazione energetica estiva dell’involucro e la diagnosi in regime dinamico per edifici del settore terziario di superficie utile superiore a 10.000 m3. Tali lacune normative, in riferimento alla valutazione di interventi fortemente influenzati dai fenomeni transitori, hanno indotto all’impiego del metodo di calcolo in regime dinamico, condotto grazie all’ausilio di un software per la simulazione degli scenari di energy retrofit. Sono state condotte simulazioni su due casi studio dell’area di Ferrara. Nel primo scenario è stata analizzata una facciata vetrata fotovoltaica applicata su un edificio per uffici, nel secondo una copertura fotovoltaica semitrasparente dell’ampliamento vetrato di un edificio storico adibito a museo.
2010
Building integrated photovoltaics; fotovolatico integrato; energia rinnovabile; integrazione architettonica; innovazione tecnologica; fenomeni transitori; trasmissione di calore; effetto serra; inerzia termica; ventilazione; facciate a doppia pelle
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1402370
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact