Quinta Monroy, un terreno di 5000 mq nel centro di Iquique in Cile, è un’area desertica occupata illegalmente da circa trenta anni da un centinaio di famiglie. Lavorando nel quadro della politica abitativa in corso, sulla base di un sussidio di 7500 dollari per famiglia, Alejandro Aravena direttore esecutivo di ELEMENTAL ha raccolto la sfida del governo cileno riuscendo con tale somma a pagare il costo del terreno, le infrastrutture e la costruzione di alloggi sociali nella stessa area dove l’insediamento informale si era sviluppato nell’ultimo trentennio. ELEMENTAL è associato con l'Università Cattolica e il COPEC, e il suo principale obbiettivo è la progettazione e l'attuazione di progetti urbani di interesse sociale e di impatto sulla popolazione. Negli ultimi anni lo studio ha fatto della questione abitativa il suo tema principale arrivando a proporre progetti di qualità all’interno dei quali si intende realizzare un’architettura la cui progettazione garantisca anche la ripresa degli investimenti nel tempo, al fine di fare cessare l’idea che il social housing sia solo una semplice "spesa sociale".

Elemental. La trasformazione urbana del quartiere Quinta Monroy a Iquique in Cile

ROSSATO, Luca
2009

Abstract

Quinta Monroy, un terreno di 5000 mq nel centro di Iquique in Cile, è un’area desertica occupata illegalmente da circa trenta anni da un centinaio di famiglie. Lavorando nel quadro della politica abitativa in corso, sulla base di un sussidio di 7500 dollari per famiglia, Alejandro Aravena direttore esecutivo di ELEMENTAL ha raccolto la sfida del governo cileno riuscendo con tale somma a pagare il costo del terreno, le infrastrutture e la costruzione di alloggi sociali nella stessa area dove l’insediamento informale si era sviluppato nell’ultimo trentennio. ELEMENTAL è associato con l'Università Cattolica e il COPEC, e il suo principale obbiettivo è la progettazione e l'attuazione di progetti urbani di interesse sociale e di impatto sulla popolazione. Negli ultimi anni lo studio ha fatto della questione abitativa il suo tema principale arrivando a proporre progetti di qualità all’interno dei quali si intende realizzare un’architettura la cui progettazione garantisca anche la ripresa degli investimenti nel tempo, al fine di fare cessare l’idea che il social housing sia solo una semplice "spesa sociale".
Rossato, Luca
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1396436
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact