L’introduzione nello scenario italiano dei Titoli di Efficienza Energetica persegue il duplice scopo di contrastare la crescita dei consumi energetici e di ridurre le emissioni inquinanti, inserendosi nel quadro degli impegni che l’Italia ha assunto nell’ambito del Protocollo di Kyoto. Le imprese, i distributori di energia e i soggetti sono oggi chiamati ad interagire, a creare nuove opportunità di risparmio per utenti e distributori, a creare valore nelle operazioni efficienti ed efficaci, e a cogliere nuove opportunità fornite da questo mercato. In questo ambito, i modelli di valutazione possono essere impiegati a supporto delle decisioni intraprese nel settore, oggi in grande espansione. Lo scritto presenta una breve rassegna degli strumenti che coniugano tecnologie efficienti e finanza, efficienza ed efficacia, risparmio energetico e profitto economico. Il lavoro introduce il meccanismo dei certificati bianchi, gli aspetti positivi e le loro criticità, il finanziamento tramite terzi e le Esco, approfondendo, in seguito, un modello valutativo da impiegarsi nell’ambito del risparmio energetico.

Aspetti economici

GABRIELLI, Laura
2010

Abstract

L’introduzione nello scenario italiano dei Titoli di Efficienza Energetica persegue il duplice scopo di contrastare la crescita dei consumi energetici e di ridurre le emissioni inquinanti, inserendosi nel quadro degli impegni che l’Italia ha assunto nell’ambito del Protocollo di Kyoto. Le imprese, i distributori di energia e i soggetti sono oggi chiamati ad interagire, a creare nuove opportunità di risparmio per utenti e distributori, a creare valore nelle operazioni efficienti ed efficaci, e a cogliere nuove opportunità fornite da questo mercato. In questo ambito, i modelli di valutazione possono essere impiegati a supporto delle decisioni intraprese nel settore, oggi in grande espansione. Lo scritto presenta una breve rassegna degli strumenti che coniugano tecnologie efficienti e finanza, efficienza ed efficacia, risparmio energetico e profitto economico. Il lavoro introduce il meccanismo dei certificati bianchi, gli aspetti positivi e le loro criticità, il finanziamento tramite terzi e le Esco, approfondendo, in seguito, un modello valutativo da impiegarsi nell’ambito del risparmio energetico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1396179
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact