"Eminentemente umanitaria ed equitativa": numeri, causa (e motivi) della grazia