Gli interventi di consolidamento degli edifici, ed in particolare di quelli monumentali, richiedono una attenta ricostruzione degli schemi resistenti ed una valutazione attendibile della distribuzione di sforzi presente nella struttura. Tecniche sperimentali non invasive, in grado di valutare gli stati di sforzo determinatisi nel corso del tempo, consentono di fondare adeguatamente il progetto di consolidamento e, dopo l’intervento, di effettuare un reale controllo della sua efficacia. La tecnica proposta in questa nota utilizza le variazioni di rigidezza indotte da sforzi assiali, di trazione o di compressione, per dedurre dalle frequenze proprie di vibrazione il valore degli sforzi presenti. La tecnica è stata in particolare utilizzata in occasione della sostituzione di catene storiche di strutture voltate in due edifici monumentali mostrando l’importanza di un tale controllo dal momento che una semplice analisi statica delle murature non rende conto della loro disponibilità a modificare gli schemi resistenti nel corso del tempo.

Identificazione dello stato di tensione nelle catene storiche a supporto di due interventi di consolidamento di edifici monumentali

LANZA, Luisfilippo;LAUDIERO, Ferdinando;MEZZADRI, Giuliano;TULLINI, Nerio
2005

Abstract

Gli interventi di consolidamento degli edifici, ed in particolare di quelli monumentali, richiedono una attenta ricostruzione degli schemi resistenti ed una valutazione attendibile della distribuzione di sforzi presente nella struttura. Tecniche sperimentali non invasive, in grado di valutare gli stati di sforzo determinatisi nel corso del tempo, consentono di fondare adeguatamente il progetto di consolidamento e, dopo l’intervento, di effettuare un reale controllo della sua efficacia. La tecnica proposta in questa nota utilizza le variazioni di rigidezza indotte da sforzi assiali, di trazione o di compressione, per dedurre dalle frequenze proprie di vibrazione il valore degli sforzi presenti. La tecnica è stata in particolare utilizzata in occasione della sostituzione di catene storiche di strutture voltate in due edifici monumentali mostrando l’importanza di un tale controllo dal momento che una semplice analisi statica delle murature non rende conto della loro disponibilità a modificare gli schemi resistenti nel corso del tempo.
Prove dinamiche; Identificazione strutturale; Edifici storici
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11392/1189407
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact