Più di 5 olandesi su 100 sostengono il lavoro del WWF nel proteggere la natura in tutti i suoi aspetti. Parte di questo lavoro è fornire la prova che – pur attraverso mezzi semplici – realizzare un mondo dove si possano risparmiare sia energia che natura è possibile. La riserva naturale di Schoonoord lungo la via Drieberseweg (a Zeist, in Olanda), era la sede di un laboratorio costruito nel 1954. Un edificio austero, impersonale e triste. Venne presa la decisione di “riportarlo in vita” mantendo lo scheletro dell’edificio, riutilizzando le macerie e aggiungendovi al centro un caldo cuore pulsante. In più riconsegnando territorio alla natura. Il progetto dello studio di Thomas Rau è risultato tra i partecipanti alla selezione finale della giuria alla sesta edizione del Premio Architettura Sostenibile Fassa Bortolo, ideato e promosso dalla Facoltà di Architettura di Ferrara e dall’azienda Fassa Bortolo con la finalità di contribuire a ricercare un sistema di sviluppo del settore edilizio più sostenibile di quello attuale, e incentivare dunque architetture che sappiano rapportarsi in maniera equilibrata con l’ambiente e con il contesto sociale nel quale sono inserite.

La sede olandese del WWF Dai resti di un vecchio laboratorio nasce un edificio alleato della natura

ROSSATO, Luca
2010

Abstract

Più di 5 olandesi su 100 sostengono il lavoro del WWF nel proteggere la natura in tutti i suoi aspetti. Parte di questo lavoro è fornire la prova che – pur attraverso mezzi semplici – realizzare un mondo dove si possano risparmiare sia energia che natura è possibile. La riserva naturale di Schoonoord lungo la via Drieberseweg (a Zeist, in Olanda), era la sede di un laboratorio costruito nel 1954. Un edificio austero, impersonale e triste. Venne presa la decisione di “riportarlo in vita” mantendo lo scheletro dell’edificio, riutilizzando le macerie e aggiungendovi al centro un caldo cuore pulsante. In più riconsegnando territorio alla natura. Il progetto dello studio di Thomas Rau è risultato tra i partecipanti alla selezione finale della giuria alla sesta edizione del Premio Architettura Sostenibile Fassa Bortolo, ideato e promosso dalla Facoltà di Architettura di Ferrara e dall’azienda Fassa Bortolo con la finalità di contribuire a ricercare un sistema di sviluppo del settore edilizio più sostenibile di quello attuale, e incentivare dunque architetture che sappiano rapportarsi in maniera equilibrata con l’ambiente e con il contesto sociale nel quale sono inserite.
Rossato, Luca
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11392/1394742
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact